Progettare Futuri Possibili 2023 I 2024

Il Docufilm di Progettare Futuri Possibili

Un documentario indipendente che racconta l’esperienza di co-progettazione di tre giovani creativi,  che hanno attraversato i principi del Metodo Albini in Casa Albini in Sardegna, vivendo un percorso di crescita personale e professionale.

ambassador docufilm

Compila il form sottostante per iscriverti alla Newsletter e accedere al documentario sul Metodo Albini, come strumento di crescita personale e professionale.

Il Format Progettare Futuri Possibili

Un Format annuale in 5 fasi, che parte da un concorso dedicato ai giovani talenti e che termina con un’installazione permanente ad Aglientu in Sardegna, dedicata alle attività della Franco Albini Academy. L’obiettivo è la realizzazione di progetti architettonici, di design e installazioni artistiche per la creazione di una Cittadella dell’Ispirazione a servizio della Comunità.

Casa Albini

Casa Albini è il cuore pulsante del Format Progettare Futuri Possibili, un luogo di ispirazione e bellezza immerso nella natura della Gallura ad Aglientu, in Sardegna.

Qui i vincitori del concorso “Progettare futuri possibili” hanno partecipato a un workshop esperienziale e interdisciplinare della Franco Albini Academy, attraversando i principi del  Metodo Albini  per trasformare i singoli progetti individuali in un unico progetto collettivo di co-creazione. Da questo percorso di crescita personale e professionale, è nato Umbral, il Tempio dell’ Ascolto.

Progettare Futuri Possibili 2023 I 2024

Le 5 fasi del format annuale

I vincitori della prima edizione 2023 I 2024

Guillermo
Memo Sánchez Cárdenas

Nato a Toluca, in Messico, nel 1999, è artista e architetto, vive a Milano. Il suo lavoro è stato esposto in sedi come Art Basel Miami, Zurigo e Dallas. Sta conseguendo un Master in Architettura presso il Politecnico di Milano.

Carlo Farina
Carlo Farina

Laureato in Architettura U.E. presso La Sapienza dove ha completato il suo percorso di studi con un Master per Scenografo Teatrale e Televisivo, collabora come architetto e interior designer con diversi studi di architettura e ha partecipato a concorsi di design del prodotto e di architettura.

 

veronica pesenti rossi
Veronica Pesenti Rossi

Architetta e certificatore energetico, laureata in architettura e Disegno Urbano al Politecnico di Milano, sin dagli anni universitari si è legata ai temi della sostenibilità, riqualificazione energetica e riqualificazione urbana e ha avuto interesse per la progettazione di strutture in legno in cui aspira a specializzarsi.

supporter I patrocini e partner tecnici

I 3 progetti vincitori 2023 I 2024

Il progetto collettivo 2023 /2024

PHOTO 2024 02 17 12 07 38

Io sono Umbral, sono l’idea che ha preso corpo in uno spazio. Qui, ti invito ad ascoltarti, a dedicarti tempo e a prenderti cura di te. Io sono il luogo in cui la mente si svuota, sono il tuo spazio personale dove incontrarti e condividere.

La mia anima è fatta di legno e il mio profumo ti invita alla consapevolezza e alla presenza, per fare di ogni tuo respiro, un’ispirazione.

Umbral è il risultato del lavoro di co – creazione realizzato durante il workshop innovativo della Franco Albini Academy.

Un spazio che racconta l’incontro e la collaborazione tra Casa Albini e Rubner Haus che hanno unito le loro visioni per lanciare il concorso “Progettare Futuri possibili”; un’iniziativa che incarna i valori fondamentali della creatività, della co-progettazione e della sostenibilità. Questo felice incontro è nato per valorizzare i giovani talenti nel campo dell’architettura e del design, ispirandosi al pensiero e all’opera di un grande maestro, Franco Albini, e mettendo al centro l’anima del legno e il sistema Blockhaus.

Guidati dal team della Franco Albini Academy in un percorso formativo volto a generare consapevolezza di sé e spirito di gruppo, supportati dagli architetti dello Studio Albini Associati per generare nuove soluzioni creative e accompagnati dagli ingegneri di Rubner Haus per studiare la fattibilità del progetto, tre giovani architetti , vincitori del concorso “Progettare Futuri Possibili” indetto da Fondazione Franco Albini e Rubner Haus ad aprile 2023, hanno convissuto per un’intera settimana in Casa Albini ad Aglientu, Sardegna condividendo un’esperienza di profonda umanità e professionalità.

Da maggio 2024 ad Aglientu, in Sardegna.

sponsor tecnici

partner tecnici

Design Week 2024 I La Mostra INTERNI Cross Vision I L'allestimento Interno di Umbral

Umbral, Il Tempio dell’Ascolto, celebra il Pensiero Trasversale e i giovani Talenti alla Mostra Evento di Interni Cross Vision al FuoriSalone 2024 con un allestimento Co-creato, Interdiscipinare, e Interconnesso da diverse Arti, Culture e Saperi.

I Talenti trasversali dei 3 progettisti

L’Arte della Pittura

Memo Sànchez Càrdenas, vincitore del concorso Progettare Futuri Possibili  ha coinvolto un gruppo di giovani talenti internazionali per creare insieme opere uniche in linea con il concept della Mostra InterniCross Vision e i valori che hanno ispirato Umbral, il tempio dell’ascolto.

Le tele, dedicate ai principi del Metodo Albini, sono interpretazioni simboliche che offrono una prospettiva straordinaria sulla connessione tra architettura e natura e i 5 principi del Metodo Albini, trasportando i visitatori in un mondo di significati nascosti.

I 5 principi del Metodo Albini e la Pittura

Scomposizione

scomposizione letter to franco albini

Artwork by Memo Sánchez Cárdenas 

Year: 2024  I Media: mixed media on canvas I  Title: Letter to Franco Albini
Dimensions: 200x120cm

In una famosa cartolina dedicata al figlio Marco mentre lavorava a Genova nel 1949 Franco Albini scriveva:

‘Caro Marco, 

Ricordi aver visto questa chiesa? È tutta a righe di pietra bianca e pietra nera. Molte costruzioni a Genova e anche in Toscana di questa epoca sono così, bianche e nere. Soltanto le chiese e le case dei nobili avevano il diritto di essere costruite così. Questa è stata costruita circa 700 anni fa. 

Ciao, Papà’

Scomporre Umbral per trovarne l’essenza e l’identità significava tornare alle origini della costruzione in legno. Sul lato sinistro del disegno, la “capanna primitiva” rappresenta la nascita dell’architettura occidentale. I templi greci in marmo devono il loro linguaggio alla costruzione in legno. Il lato destro del disegno raffigura la facciata della Cattedrale di San Lorenzo a Genova, dove l’architetto milanese Franco Albini intervenne per realizzare il Museo del Tesoro nel 1956.

MemoSanchez Càrdenas
Memo Sánchez Cárdenas

Nato a Toluca, in Messico, nel 1999, è artista e architetto, vive a Milano. Il suo lavoro è stato esposto in sedi come Art Basel Miami, Zurigo e Dallas. Sta conseguendo un Master in Architettura presso il Politecnico di Milano.

Ricerca dell'essenza

Ricerca dell'essenza

Artwork by Christian Albert

Year: 2024  I Media: oil on canvas I  Title: Blockhaus
Dimensions: 200x120cm

Per rappresentare l’essenza della costruzione in legno bisogna guardare al modo in cui il legno viene intagliato per creare i giunti che formeranno il corpo dell’edificio.

Attraverso un processo di action-painting che prevede la piegatura della tela in quattro parti per creare texture speculari con i colori a olio, Christian Albert ha voluto ricreare le texture dei giunti del blockhaus.

Christian Albert
Christian Albert

Nato a Ginevra, in Svizzera, nel 2000, Christian Albert è un artista messicano-tedesco la cui pratica è caratterizzata da una profonda esplorazione degli ambienti spaziali. Le sue opere sono definite dalla creazione di spazi dinamici delimitati da elementi distinti che fungono da punti di riferimento iconici all’interno della composizione.

Ricomposizione

Ricomposizione Dafne del Rayo

Artwork by Dafne del Rayo

Year: 2024  I Media: mixed media on canvas I  Title: Metamorphosis
Dimensions: 200x120cm

La ricomposizione è una metamorfosi calcolata, un’accumulazione di movimenti che vengono naturalmente ad alterare la struttura di ciò che un tempo sembrava permanente

Dafne del Rayo
Dafne del Rayo

Dafne Garcia del Rayo Artista messicana nata a Querétaro nel 1993, formatasi in Messico, a Vancouver e a Milano, interessata a fare delle sue ossessioni i suoi amanti come il tempo, l’assenza, l’ubiquità e il movimento.

Verifica

verifica Diana Deeva

Artwork by Diana Deeva

Year: 2024  I Media: mixed media on canvas I  Title: The Tree of Life
Dimensions: 200x120cm

Avvicinandoci al risultato finale, il principio di Verifica è stato interpretato dall’artista ucraina Diana Deeva come un moodboard. Dove le idee precedenti del principio di Ricomposizione si uniscono per dare vita al progetto. Infatti non vediamo un edificio, ma la vegetazione e le persone che gli danno vita. Senza le persone gli edifici sarebbero vuoti, l’atto di verifica appare quando l’edificio prende lentamente vita.

“Il mio dipinto, realizzato su misura per il padiglione, ruota attorno al tema della “Verifica”. Il mio obiettivo era mostrare il processo di conferma o di garanzia dell’accuratezza.

Ho coinvolto le connessioni tra diversi elementi utilizzando materiali diversi e fondendoli in una composizione coesa. L’opera ritrae alberi, visti da una prospettiva dal basso verso l’alto, raffigurati con una tecnica a olio sfocata. In mezzo a loro, emerge un albero realistico in carboncino che si intreccia con la forma di una ragazza, mentre un personaggio guarda con fiducia lo spettatore, senza paura di distogliere lo sguardo”.

page 2
Diana Deeva

Nata a Kharkiv nel 1998, Diana Deeva è un’artista visiva ucraina che vive e lavora a Milano e Bruxelles. La sua pratica gravita intorno all’intreccio di fauna e flora, concentrandosi sull’unicità del corpo umano, sull’intensità e la ricchezza del colore e sulla sottigliezza della luce.

L’Arte dell’ Ikebana

5fae124d 2c68 4590 8bc7 03b0b71a6729
Ikebana by Veronica Pesenti Rossi
veronica pesenti rossi
Veronica Pesenti Rossi

Architetta e certificatore energetico, laureata in architettura e Disegno Urbano al Politecnico di Milano, sin dagli anni universitari si è legata ai temi della sostenibilità, riqualificazione energetica e riqualificazione urbana e ha avuto interesse per la progettazione di strutture in legno in cui aspira a specializzarsi.

Veronica Pesenti Rossi, interpreta  attraverso l’antica arte dell’Ikebana il tema della mostra Interni Cross Vision; il  Pensiero Trasversale, animato da culture e saperi differenti e interpretato attraverso la ricerca e la sperimentazione. 

Veronica presenta un’interpretazione unica dell’ Ikebana, creando una composizione che richiede tempo, riflessione e contemplazione. 

Questa opera d’arte floreale, ispirata al paesaggio sardo e alle sue essenze locali, offre un saluto suggestivo ai visitatori mentre lasciano Umbral.

L’ikebana non  è una semplice composizione floreale ma un’arte giapponese. 

Una composizione che richiede tempo, meditazione, silenzio e lo studio di ogni singolo elemento, riproponendo in scala ridotta un tempo e un luogo.

Per Umbral si comporrà un ikebana nello stile del paesaggio, riproponendo un’ambientazione sarda, utilizzando essenze locali. Sarà composto da tre vasi, rappresentanti l’acqua (il mare), la sabbia (la spiaggia) e la terra (le alture).

L’ikebana viene solitamente posizionato all’ingresso delle case giapponesi, vicino alla soglia, come saluto alla persona e come invito ad entrare.

Per Umbral invece sarà un saluto all’uscita del percorso per dire arrivederci, perché Umbral non terminerà con il Fuori Salone ma continuerà ad essere ad Aglientu.

L’Arte della Scenografia 

Screenshot 2024 02 16 alle 23.58.45
Un filo rosso per connetterci tutti...
Carlo Farina
Carlo Farina

Laureato in Architettura U.E. presso La Sapienza dove ha completato il suo percorso di studi con un Master per Scenografo Teatrale e Televisivo, collabora come architetto e interior designer con diversi studi di architettura e ha partecipato a concorsi di design del prodotto e di architettura.

All’interno di Umbral, il Tempio dell’Ascolto, un filo rosso, sia reale che simbolico, dà vita a un albero centrale, simbolo del legame che unisce le persone in un’unica comunità. 

Questo albero diventa il centro di un affascinante gioco di co-creazione, dove i visitatori sono invitati a scoprire dipinti nascosti realizzati da giovani artisti provenienti da culture e paesi differenti.

L’albero centrale, pensato da Carlo Farina, architetto e scenografo, con il filo rosso simbolico, rappresenta il principio della responsabilità sociale del Metodo Albini. 

Questo filo rosso è un potente simbolo di connessione e legame, riflettendo l’esperienza condivisa dei ragazzi in Casa Albini e unendo le persone in un’unica comunità di condivisione e ispirazione.

Le 5 essenze del Metodo Albini

Miniature di YouTube 1280x720 px

Grazie alla collaborazione con HIC Beauty, i visitatori potranno immergersi in una varietà di profumi ispirati ai principi del Metodo Albini, aggiungendo un’ulteriore dimensione sensoriale all’esplorazione di Umbral, con essenze che richiamano gli elementi della natura e dell’antica architettura “Vastu”.

Le 5 essenze di Hic Beauty, ispirate ai principi del Metodo Albini, vanno al di là  del concetto di semplici profumi. 

Rappresentano una guida per l’ anima lungo sentieri inesplorati, trasformandosi in veri e propri portali verso mondi interiori e futuri promettenti.

Ogni essenza rappresenta un invito alla scoperta di nuovi orizzonti, incoraggiando ad accogliere l’espressione del potenziale interiore.

Il Futuro di Progettare Futuri Possibili

Costruiamo insieme la Cittadella dell'Ispirazione

Un luogo magico per co-creare futuri possibili.

Un format che riunisce talenti dalle università del mondo tramite concorso, li mette in relazione ad aziende, istituzioni e comunità al fine di realizzare progetti innovativi che vadano a popolare nel tempo una vera e propria Cittadella dell’Ispirazione in Sardegna.

L’obiettivo è la realizzazione di progetti architettonici, di design e installazioni artistiche, che trasformino nel tempo questa cittadella in un museo interdisciplinare a cielo aperto integrato con la natura.